mimosa

Mimosa: curiosità e caratteristiche di questo fiore

Mimosa: curiosità e caratteristiche di questo fiore. La Mimosa è una pianta che appartiene alla famiglia delle acacie, è sia simbolo della Festa della donna che della primavera. Una bellissima pianta ornamentale originaria della Tasmania che ha avuto un facile sviluppo in Europa nel diciannovesimo secolo. E’ una pianta delicata, che ha bisogno di un clima temperato, non sopporta infatti le gelate. Ama terreni ben drenanti, freschi ed acidi. E’ una pianta che si adatta benissimo in vaso ma a che in terra, se posizionata bene, vicino a muretti o bordure la pianta crescerà sicuramente bella e rigogliosa.

La pianta di Mimosa è stata eletta simbolo della Festa della donna, proprio perché è una pianta forte e prosperosa. E’ una pianta che si sviluppa velocemente, si presenta con fiori sferici delicati gialli e profumati che sbocciano tra dicembre e marzo. Le annaffiature devono essere regolari, il terreno deve risultare sempre umido, soprattutto nel periodo estivo.

Nel linguaggio dei fiori la Mimosa esprime libertà, autonomia, sensibilità. Quando la Mimosa sboccia produce dei piccoli capolini soffici e vaporosi, raccolti in grappoli e che ricoprono tutto l’albero. Per le loro caratteristiche sono diventati simbolo delicatezza, forza e femminilità. Proprio per questo motivo sono stati eletti simbolo della Festa della donna.

Lo Staff di Fioriroma.it

Continua a leggere
anthurium

Anthurium: consigli pratici su come coltivarla

Anthurium: consigli pratici su come coltivarla. L’Anthurium è una bellissima pianta ornamentale d’appartamento, fra le più conosciute ed amate. E’ caratterizzata da foglie ovali e da un grosso spadice di un rosso vivo che fiorisce tutto l’anno.

Originaria dell’America Meridionale è una pianta facile da mantenere e coltivare. L’Anthurium è considerata una pianta da interno, non ama il sole diretto e predilige temperature intorno ai 20-22°. In estate è consigliabile tenerla in casa, lontana dalle fonti di calore, meglio vicino ad una finestra ma lontana dalle correnti d’aria.

E’ una pianta che va annaffiata con regolarità, in estate ogni due tre giorni in inverno invece una volta a settimana. Una vola annaffiata è consigliabile sempre togliere l’acqua dal sottovaso per evitare i marciumi radicali. In inverno possiamo anche nebulizzarla con uno spruzzino, l’importante è non mettere l’acqua sul fiore altrimenti potrebbe appassire.

Per avere una pianta che cresca bella rigogliosa, nei mesi da ottobre a marzo, ogni 15 giorni andrebbe concimata. Aggiungete alla pianta un concime per piante verdi adatto. La potatura della pianta va fatta solo quando devono essere eliminate le foglie secche o rovinate.

E’ una pianta che soffre molto i marciumi, quindi bisogna stare attenti alle annaffiature, il terriccio deve essere sempre molto drenante ed umido.

Seguendo questi piccoli consigli la vostra pianta di Anthurium sarà sempre in fiore, bella e rigogliosa!

Lo Staff di Fioriroma.it

Continua a leggere
piante natale

Le più belle piante da regalare a Natale

Le più belle piante da regalare a Natale. Dalla Stella di Natale al Vischio, fino al Pungitopo ed il Cactus.

Nel periodo Natalizio, tante sono le piante che possiamo mettere in casa o regalare ai nostri cari. La pianta più famosa ed apprezzata in assoluto come simbolo della festa del Natale è sicuramente la Stella di Natale detta anche Poinsettia. Si tratta di una pianta molto bella, dai colori accesi, che vanno dal rosso al rosa ed anche il bianco.

Durante le feste natalizie oltre la Stella di Natale, possiamo anche regalare altri tipi di piante, sempre molto belle e capaci di creare un atmosfera festosa e colorata. Regalare una pianta in questo periodo è un gesto sicuramente molto gradito!

LE PIANTE PIU’ ADATTE PER QUESTA RICORRENZA

  • Il Vischio, un piccolo arbusto sempreverde che durate il mese di dicembre si riempie di bellissime bacche bianche, perfette per creare Composizioni Natalizie per abbellire la casa.
  • Pungitopo, perfetto da regalare in questo periodo. Con le sue bacche rosse e le foglie di un verde intenso, il Pungitopo è una pianta che porta buon augurio a chi la riceve.
  • La Rosa di Natale, detta anche Elleboro. E’ una pianta che sboccia tra Dicembre e Marzo, il suo fiore si presenta di un candido colore bianco con venature che vanno dal rosa al porpora. La Rosa di Natale simboleggia la liberazione, ed è per questo che viene regalata in questo periodo, come segno di buon auspicio per l’inizio dell’anno nuovo.
  • Agrifoglio, un sempreverde che spesso viene confuso con il Pungitopo. Le sue bacche rosse sono simbolo di rinascita, oggi viene utilizzata nel periodo di Natale per simboleggiare la corona di spine di Gesù.

Le Piante di Natale, che siano regali o semplici addobbi non possono mancare durante le feste natalizie!

Lo Staff di Fioriroma.it

Continua a leggere
pianta ufficio

Le migliori piante da tenere in ufficio

Le migliori piante da tenere in ufficio. Sul posto di lavoro, stare a contatto con la natura, aiuta a lavorare meglio. Un tocco di verde negli ambienti in cui passiamo la maggior parte del tempo trae sicuramente dei benefici! Tante sono le piante adatte da tenere sulla scrivania.

Partiamo dall’intramontabile Tronchetto della felicità chiamato anche Dracena, una pianta semplice da tenere in quanto pochi sono gli accorgimenti per mantenerla sempre bella e rigogliosa. E’ una pianta che ha bisogno di molta luce e annaffiature sufficienti a mantenere il terreno sempre umido.

Un’altra pianta molto utilizzata è il Photos, una pianta sempreverde che aiuta a purificare l’aria. Non necessita di particolari cure, non ama la luce diretta del sole e le annaffiature devono essere regolari, molto importante è evitare i ristagni d’acqua.

Poi c’è l’Aloe vera, una pianta dalle foglie carnose, che ha bisogno di poca acqua e di luce diretta. Trattandosi di una pianta grassa è importante garantirle un drenaggio efficiente.

Per un’atmosfera più esotica si può puntare per la pianta di Bambù, una pianta sempreverde che ama posizioni soleggiate, o semiombreggiate, ama terreni leggermente acidi e ben drenati.

Le Piante da ufficio sono un complemento d’arredo vero e proprio, sono capaci di donare un tocco in più e migliorare non solo l’ambiente ma anche l’umore di chi ci lavora! Una delle tipologie di piante più usate in ufficio sono quelle alte, come il Ficus Benjamin e la Sanseveria. Ma molto belle sono anche quelle da scrivania dalle piccole dimensioni come la Melissa oppure il Rhipsalis una pianta sempreverde dalla forma particolare. Un’altra pianta capace di purificare l’aria degli uffici è lo Spatifillo, una pianta caratterizzata da foglie di un verde intenso.

Tutte piante capaci anche di migliorare la produttività e l’umore di chi lavora in questi ambienti!

Lo Staff di Fioriroma.it

Continua a leggere
fiori estivi

Fiori estivi resistenti al caldo

Fiori estivi resistenti al caldo. Se nel periodo estivo vuoi vedere il tuo balcone di casa fiorito è bene sapere che esistono alcuni fiori che resistono a questo clima.

Ogni fiore è adatto alla sua stagione, i fiori estivi da piantare in vaso in estate sono tanti, tutti molto belli e che non richiedono cure particolari. I fiori da piantare dal mese di Maggio in poi e che resistono bene nei mesi di Giugno, Luglio, Agosto, sono i Gerani, le Rose, le Ortensie, le Petunie e tanti altri.

I FIORI DA BALCONE PIU’ BELLI PER IL BALCONE IN ESTATE

  • Gerani: uno dei fiori più belli per adornare il balcone in quanto i suoi fiori possono ricadere sia all’interno che all’esterno. Con i diversi colori di geranio si possono creare diverse decorazioni oppure scegliere di metterli di una sola tonalità.
  • Rose: la Rosa è la soluzione perfetta per decorare un balcone, simbolo di passione e bellezza La Rosa è sempre bella da ammirare. Necessita di annaffiature costanti e di luce diretta del sole.
  • Ortensie: un fiore decisamente decorativo grazie ai suoi colori cromatici, che vanno dal rosa, lilla, viola. E’ una pianta ornamentale che necessita di un vaso abbastanza grande per farla crescere rigogliosa e bella.
  • Petunie: una pianta molto usata per i balconi in quanto fiorisce da maggio ad ottobre. Esteticamente è una pianta meravigliosa grazie ai suoi vari colori. Necessita di annaffiature costanti e non ama il sole diretto.

Le piante ornamentali sono quindi un elemento importante per i balconi. Scegli le varietà più adatte al tuo balcone in base anche alla luce che riceve durante le ore del giorno!

Lo Staff di Fioriroma.it

Continua a leggere
rosa colorata

Rosa colorata ed il suo significato

Rosa colorata ed il suo significato. La Rosa è una pianta ambita da molti, la regina delle piante. I suoi petali sovrapposti si raccolgono in un bocciolo centrale che in molte varietà non si schiude mai del tutto. Diverse son le varietà, Rose a cespuglio, Rose rampicanti, Rose tappezzanti, Rose ricadenti e tante altre!

La Rosa è una pianta che cresce bene sia al caldo che la freddo e che può essere coltivata sia in vaso su terrazzi o balconi che nei giardini in piena terra. E’ una pianta che ama la luce ma cresce bene anche alla mezz’ombra. Non ama il ristagno liquido, quindi non bisogna mai esagerare con le annaffiature.

La Rosa è una pianta perenne, quindi ha bisogno di una potatura subito dopo l’inverno prima della ripresa vegetativa. Si vanno così a lasciare poche gemme sui rami in modo da far nascere nuovi germogli ed avere delle belle rose profumate.

Le Rose spesso vengono attaccate da insetti, se l’attacco non è molto forte si può utilizzare un insetticida adatto. Anche il ragnetto rosso potrebbe attaccare la pianta, soprattutto sotto le foglie. Contro il ragnetto rosso basta nebulizzare la pianta con dell’acqua.

Rosa colorata ed il suo significato. Da sempre simbolo di bellezza la Rosa a seconda del colore o della specie può portare un infinità di messaggi diversi. La Rosa rossa simboleggia l’amore e la passione. La Rosa rosa indica tenerezza gratitudine e amicizia. La Rosa bianca rappresenta l’amore puro e spirituale. La Rosa gialla è simbolo della gelosia e dell’invidia. La Rosa arancione rappresenta il desiderio ed il fascino, ma anche l’apprezzamento e l’amicizia sincera.

Lo Staff di Fioriroma.it


Continua a leggere
orchidea e segreti

Orchidea e segreti per come mantenerla

Orchidea e segreti per come mantenerla. L’Orchidea è una pianta da fiore meravigliosa. E’ una pianta ornamentale che dona agli ambienti di casa un tocco di colore e grazie alla bellezza dei suoi fiori ed alla grande varietà di specie è senza dubbio una delle piante più diffuse ed apprezzate.

L’Orchidea è una pianta tropicale per questo motivo non tollera temperature al di sotto dei 15°, d’inverno può tranquillamente stare in casa. In estate invece è consigliabile metterla all’esterno. In casa può essere tranquillamente messa su un davanzale oppure un porta finestra di un balcone, dove comunque arriva luce.

E’ una pianta che non ama la luce diretta del sole, quindi se messa all’esterno in un giardino è preferibile posizionarla o sotto un albero in penombra oppure sotto un porticato dove l’ombra.

Una volta capito l’habitat bisogna sapere quanto e quando annaffiare la pianta. Quando le radici assumono una colorazione grigiastra la pianta ha bisogno di acqua, quando invece le radici sono di un bel colore verde non bisogna mettere nulla. D’estate va annaffiata una volta a settimana, d’inverno invece ogni due settimane, consigliabile sempre annaffiarla di mattina.

La pianta di Orchidea per avere delle belle foglie fresche e rigogliose ha bisogno anche di un fertilizzante. Quindi una volta al mese è bene aggiungere del fertilizzante adatto alla pianta. Nel momento in cui la pianta è cresciuta è consigliabile cambiare il vaso. La prima volta dopo un anno successivamente dopo due, il momento migliore per farlo è tra maggio-giugno. Utilizzando sempre dei vasetti trasparenti forati non troppo grandi.

Seguendo questi piccoli segreti e consigli, la vostra pianta sarà sempre bella, fresca e rigogliosa!

Lo Staff di Fioriroma.it

Continua a leggere
fiori matrimonio

Quali fiori scegliere per il proprio matrimonio

Quali fiori scegliere per il proprio matrimonio? Importante la stagionalità e perché no, saperne anche il significato!

Ecco i fiori che trovate da Maggio a Settembre.

In primis la Peonia, regina dei fiori per i cinesi, il suo significato è matrimonio felice. Con le sue corolle molto grandi e morbide, è uno dei fiori più femminili e raffinati. Profumatissime e dai vari colori che vanno dal bianco, rosa, fuxia vivace.

Passiamo poi ad un’altro fiore ottimo per la resa soprattutto d’estate che è il Lisianthus, un fiore che simboleggia la grazia e l’eleganza. Molto utilizzato per i matrimoni anche associato ad altri fiori come le Rose, le Ortensie le Gypsophile.

Non possono poi mancare le Rose, molto indicate nei colori del rosa, che significa felicità perfetta, tenerezza, ammirazione e poi nel bianco che simboleggia la purezza.

La Fresia simbolo del mistero e del fascino, utilizzata nel colore bianco è perfetta per realizzare assieme ad altri fiori delle bellissime Composizioni.

Un’altro fiore poco considerato ma molto bello è il Garofano.  Frastagliato e frizzante viene paragonato al “fiore dell’amore” e dell’affetto, dei forti sentimenti, delle emozioni, dell’energia e della salute. Anche il Garofano si presenta con tante varianti di colori, il rosa, il rosa pallido, il fucsia, rosso, l’arancione.

La Calla bianca, un fiore elegantissimo e raffinato che significa “amore puro e innocente”. Regalare questo fiore significa mostrare affetto e stima nei confronti della persona a cui si regala. Se lasciata con il gambo lungo è perfetta per realizzare il Bouquet della sposa a fascio, oppure con delle mini calle piccoline realizzare una forma arrotondata.

E per ultima l’Ortensia, il suo significato è duplice, essa esprime da una parte gratitudine per l’attenzione ricevuta, dall’altra indica freddezza. Bellissima nel rosa, nel bianco, fucsia o verdina, per le cerimonie, molto bella se utilizzata con un solo gambo con un fiocco in raso a caduta.

Tutti fiori adatti da utilizzare nei matrimoni che si svolgono nel periodo primaverile, ma non solo questi, ci sono anche le Gerbere, le Margherite, la Camomilla e tante altre tipologie!

Lo Staff di Fioriroma.it

Continua a leggere
malattia delle piante

Malattia delle piante: come capire se sono sofferenti

Malattia delle piante: scopri con noi come capire se le tue piante sono sofferenti ed hanno bisogno di aiuto! Un fattore molto importante da non trascurare e da tenere sott’occhio sono le foglie:

Foglie ingiallite: se le foglie sono ingiallite, nella parte bassa della pianta è normalissimo, sono le foglie vecchie che stanno lasciando il posto a quelle nuove. Se le foglie invece ingialliscono completamente tutte vuol dire che la pianta sta ricevendo troppa acqua. In questo caso è consigliabile rinvasarla, utilizzando del nuovo terriccio per poi posizionarla in un angolo abbastanza soleggiato.

Foglie marroni: le foglie troppo marroni stanno ad indicare che la pianta ha bisogno più umidità, potete quindi bagnare le foglie direttamente con un nebulizzatore. Se invece diventa marrone solo il centro delle foglie vuole dire che c’è troppa acqua ed anche in questo caso necessita di un rinvaso!

Foglie sbiadite: Vuol dire che la pianta sta ricevendo troppa luce, l’ideale è spostarla e proteggerla dal sole diretto.

Foglie bucate: Potrebbe essere colpa dei funghi o dei batteri. Bisogna in questo caso rimuovere le foglie danneggiate e spruzzare la pianta anche con un prodotto naturale come il bicarbonato di sodio!

Foglie croccanti: vuol dire che il terriccio è molto secco, basterà quindi annaffiare la pianta. Per rimediare subito a questo basterà mettere il vaso in una bacinella piena d’acqua lasciando che le radici l’assorbano per circa un’ora.

Tante sono le piante da regalare nelle varie ricorrenze più importanti! E’ necessario, pertanto, conoscere le diverse caratteristiche e malattia Mdelle piante per un buon acquisto e per poter porre rimedio in caso di imprevisti. On line è possibile troverete tanti siti internet con una vasta scelta sia di Piante che di Bouquet ben confezionati.

Lo Staff di Fioriroma.it

Continua a leggere
annaffiatura delle piante

L'annaffiatura delle piante

L’annaffiatura, l’acqua è un elemento importante per qualsiasi essere vivente quindi anche per le piante. Non esistono delle regole precise su quando e quanta somministrare, è in base al tipo di pianta e alla stagione dell’anno che bisogna eseguirla.

Vi suggeriamo dei consigli per dare alle vostre piante un annaffiatura adeguata al momento giusto.

LE REGOLE PER ANNAFFIARE UNA PIANTA

Annaffiare la pianta abbondantemente durante la fase di crescita, ridurla invece nel periodo invernale quando la pianta è a riposo. Se la pianta si trova in un luogo abbastanza caldo, soleggiato o luminoso bisogna somministrare dell’acqua con più frequenza.

E’ bene sempre utilizzare dell’acqua tiepida, anche nei periodi più caldi, senza mai farlo in pieno sole, non bagnare mai direttamente i fiori o le foglie.

Le piante preferiscono essere annaffiate poco ma spesso, rendendo il terreno sempre umido.

COME SOMMINISTRARE L’ACQUA

Il modo di somministrazione dell’acqua in una pianta è molto importante. Molte volte il segreto sta proprio in questo piccolo particolare.

  • Dall’alto, con un annaffiatoio dal collo stretto versare direttamente l’acqua nel substrato. Fare attenzione a non bagnare le foglie ed eliminare quella caduta nel sottovaso.
  • Dal basso, Consiste nel riempire il sottovaso d’acqua in modo che venga assorbita dalla terra. Un consiglio, annaffiare in questo modo il ciclamino, la marinata, la violetta.
  • Per immersione, questo è il metodo migliore per le piante in ceste pensili o in vasi piccoli. Sommergere la zolla in un recipiente e poi lasciar scolare, da annaffiare in questo modo l’orchidea, l’azalea, la begonia e la felce.

Per concludere annaffiare la pianta la sera oppure nelle prime ore del mattino quando l’evaporazione è minore e l’acqua arriva quasi fino alle radici.

Nel catalogo online Fioriroma.it troverete tante soluzioni di Piante, Composizioni o bellissimi Bouquet da regalare in qualsiasi occasione! E tutto in pochi Click!

Lo Staff di Fioriroma.it

Continua a leggere